PROVINCIA DI LIVORNO

La Casa di Vetro - Il portale dell'Amministrazione Trasparente







Informativa Whistleblowing Link
INFORMATIVA AI SENSI DELL'ART. 13 DEL REGOLAMENTO UE 679/2016 E DEL CODICE PRIVACY, SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI DEI SOGGETTI CHE SEGNALANO ILLECITI La Provincia di Livorno, da sempre molto attenta a proteggere i dati personali dei suoi dipendenti e a rispettare la loro riservatezza e dignità, in conformità ai principi espressi dal Regolamento UE 679/2016 e dal D.lgs. n. 196/2003, come novellato dal D.lgs. n. 101/2018, consapevole della delicatezza del trattamento dei dati del dipendente che segnala gli illeciti nell'ambito della procedura di whistleblowing, informa l'interessato che i suoi dati personali saranno trattati nel rispetto della normativa vigente ed in conformità alle Linee Guida dell'Anac. Base giuridica del trattamento Il trattamento dei dati personali nell'ambito della procedura in commento non richiede il consenso del segnalante, essendo lo stesso necessario per adempiere un obbligo legale al quale è sottoposto il Titolare e per l'esecuzione di un compito di interesse pubblico o connesso all'esercizio di pubblici poteri, concretantesi nel far emergere condotte illecite nell'ambito della pubblica amministrazione e nel relativo accertamento. Modalità del trattamento La gestione della segnalazione o della denuncia di condotte illecite di cui si è venuti a conoscenza in ragione del proprio rapporto di lavoro, sono affidate al Responsabile della prevenzione della corruzione che provvede nel rispetto dei principi di imparzialità e riservatezza, allo scopo di prevenire l'adozione di misure discriminatorie nei confronti del segnalante. L'identità di quest'ultimo, infatti, in linea di principio non può essere rivelata e sarà conosciuta soltanto dal RPC. Le caratteristiche di questa modalità di segnalazione sono esclusivamente le seguenti: la segnalazione viene fatta, utilizzando il link sotto indicato, attraverso la compilazione di un questionario e può essere inviata in forma anonima. Se anonima, sarà presa in carico solo se adeguatamente circostanziata; la segnalazione viene ricevuta dal Responsabile per la Prevenzione della Corruzione (RPC) e da lui gestita mantenendo il dovere di confidenzialità nei confronti del segnalante; nel momento dell'invio della segnalazione, il segnalante riceve un codice numerico di 16 cifre che deve conservare per poter accedere nuovamente alla segnalazione, verificare la risposta dell'RPC e dialogare rispondendo a richieste di chiarimenti o approfondimenti; la segnalazione può essere fatta da qualsiasi dispositivo digitale (pc, tablet, smartphone) sia dall'interno dell'ente che dal suo esterno. La tutela dell'anonimato è garantita in ogni circostanza. Destinatari dei dati I dati raccolti a seguito della segnalazione potranno essere comunicati, eventualmente, all'Autorità giudiziaria, alla Corte dei Conti e all'Anac. Diritti degli interessati Gli interessati hanno il diritto di ottenere, nei casi previsti, l'accesso ai propri dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento). Per maggiori informazioni, in relazione alle modalità di esercizio di detti diritti, si prega di prendere visione del documento denominato "Procedura Esercizio dei Diritti degli interessato" al link http://www.provincia.livorno.it/menu/menuhomesinistra/info-e-servizi/privacy. Diritto di reclamo Qualora l'interessato ritenga che il trattamento dei dati personali sia effettuato in violazione della normativa vigente, potrà proporre reclamo all'Autorità di controllo o adire le competenti sedi giudiziarie. Titolare del trattamento è la Provincia di Livorno https://provinciadilivorno.whistleblowing.it
 
Ultimo aggiornamento: 12/05/2020
Documenti trovati: 1